Los Angeles – 24 Luglio 2011 – Diario di Viaggio

La giornata inizia presto, pur avendo puntato la sveglia alle 9: il fuso orario ha lasciato i sui segni facendoci svegliare alle 5.35. Niente male, il tempo è servito per fare le cose con comodo e poter pianificare bene la giornata. Innanzitutto tappa da Starbucks per una buona colazione anche se a dire il vero un po’ caruccia: 2 cappuccini e 2 brioches 11$. In ogni caso sempre meno che in albergo visto che quella cifra sarebbe bastata per una sola persona.

Rimessi in viaggio, alle 9 circa eravamo già al Griffith Observatory. Poca gente bellissima giornata e prima prova di “scappottamento” dell’auto. Qualche passo nel verde è anche servito per capire che ci sono parecchi ispanici o messicani in quest’area della California. Dopo le immancabili foto alla scritta Hollywood presente sul costone della montagna ci dirigiamo verso la Walk of Fame, zona piastrellata con stelle luccicanti sulle quali vi è inciso il nome di gente più o meno famosa. Camminando sulle stelle ci imbattiamo casualmente nel mercato ortofrutticolo. È stato divertente percorrerlo per vedere varietà di frutta e verdura mai vista o in formati diversi da quelli che conosciamo qui da noi, come carciofi giganti o coste mini. La passeggia è poi continuata tra una stella, un negozietto di gadget, un personaggio che voleva venderti il giro in autobus di Holliwood e un negozio di cose stravaganti. Quest’ultima categoria spaziava dall’intimo sexy, ai negozi dark a quelli che vendevano cilum enormi a quelli per abbigliamento da Drag Queen. Immancabile pranzo al fast food e poi si riprende l’auto senza prima farsi mancare una foto vicino alla statua di Merylin e di farsi spennare dall’indiano di turno (quello venuti veramente dall’india, non quello con in testa una corona di piume ) ben 8$ per un’aranciata e due bottiglie d’acqua (l’unica consolazione è che in Hotel l’acqua costa 4$ la bottiglia da circa un litro).

Una volta tornati sulla strada l’idea era quella di vedere i ponticelli in zona venice….idea poi andata in fumo visto il mostruoso traffico in direzione mare. Siamo solo riuscivi a vederne uno scorcio dall’auto. Abbiamo quindi optato per seguire la massa e dirigerci anche noi verso Santa Monica. Spiaggia guardacaso immensa ma poca gente a prendere il sole, probabilmente da queste parti piace di più fare 2 passi che stare in panciolle. Rientro in Hotel per le 6.30 doccia e ricerca con l’ipad di un posto dove mangiare. La scelta si è rivelata un po’ infelice: ordinati 2 fish & cips e mangiati forse 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *