Liguria e Costa Azzurra 23/04/2016 – 26/04/2016

Copertina Liguria e Costa Azzurra - Aprile 2016

Altra gitarella fuori porta per sfruttare un giorno di festività, in questo caso quello del 25 Aprile.
Il programma prevede di rimanere il primo giorno in Liguria per poi sconfinare e trascorrere i successivi tre giorni in Costa Azzurra.
Ma riprendiamo dall’inizio: Sabato 23 Aprile, partenza ore 8.00
Fortunatamente rispetto alle mie previsioni il traffico è molto scorrevole, forse perchè le previsioni non han dato bel tempo per il weekend, ma oggi la giornata non è male.
1° Tappa: Imperia.

Son già le 11.30 ma riusciamo a fare un giro tranquillo della parte alta della città tra i caratteristici vicoletti stranamente quasi deserti.

Pranzo a base di pesce al ristorante “La Fermata”. Locale un po’ spartano ma abbiamo mangiato molto bene: posto molto consigliato.
Riprendiamo l’auto per arrivare a Bordighera dove ci fermiamo a fare qualche passo sul lungomare e tra le vie cittadine.

Visto che il tempo comincia a guastarsi decidiamo di dirigersi verso il nostro Hotel situato nel borgo di Apricale.
Durante il tragitto inizia a piovere ma fortunatamente sabato sera è l’unico momento di pioggia in tutta la gita. Sfortunatamente però, all’arrivo scopriamo che il nostro Hotel è un po’ particolare e le stanze sono sparse in tutto il borgo così mi tocca scarrozzarmi il trolley tra i saliscendi ciottolosi del borgo durante la pioggia.
La “stanza” in realtà è un mini appartamento, molto particolare. Tutto piccolo ma non manca nulla, c’è l’ingresso, il piccolo cucinino, il salottino, la cameretta, il bagno e la nostra camera. Forse un po’ troppo per passare una notte ma molto bello.

[24/04/2016]

L’indomani mattina, vista la bellezza del posto, decidiamo di cambiare un po’ i piani e di fare un giretto nel borgo prima di dirigerci verso Nizza.

Terminato il giretto partenza per Nizza!
Decidiamo di utilizzare l’autostrada: cattiva mossa. Il casello che serve a rimpinguare le casse Francesi con i soldi Italiani crea solo una gran coda.
Arrivati troviamo parcheggio sotto il teatro di Nizza. Scelta fortunata perchè ci permette di passare da “La Promenade du Paillon”, un cuore verde (da poco inaugurato) che attraversa la città fino al mare.

Riprendiamo l’auto e ci dirigiamo un po’ più ad Est per visitare la Villa “Ephrussi de Rothschild”
Villa splendida dei primi del 1900 voluta dalla Baronessa Béatrice de Rothschild. Oltre all’edificio principale sono molto caratteristici anche i giardini in stili differenti che spaziano, dal Giapponese allo Spagnolo al Fiorentino, solo per citarne alcuni. Ultima chicca: ogni 20 minuti le fontane si attivano a ritmo di musica.

E’ giunta sera, l’hotel è però vicino alla Villa e per la cena decidiamo di spostarci in zona porto. Scelta azzeccata e ottima cena a base di pesce con l’unico neo di aver pagato ben 8€ per una bottiglia d’acqua !

[25/04/2016]

La giornata di oggi è tutta dedicata al Principato di Monaco. Ci dirigiamo subito dopo una abbondante colazione ma arriviamo solo dopo un’interminabile coda !
Stanno attrezzando la città per il Gran Premio di Formula 1 e gare minori quindi è d’obbligo il giro con l’auto sul circuito asfaltato di nuovo e con già quasi tutti i cordoli e guardrail !

Terminato il giretto parcheggiamo proprio sotto il casinò e iniziamo una passeggiata per scoprire la lussuosa Montecarlo. Le supercar non mancano e gli edifici mettono in mostra tutta la ricchezza della città.

Pessima idea di prendere l’auto per spostarsi dall’altro capo della città: in questo periodo si vive in una perenne coda e i parcheggi son quasi tutti pieni.
Ad ogni modo riusciamo a raggiungere la parte Ovest così da poter visitare i Giardini di St Martin…

…la Cattedrale dell’Immacolata Concezione…

e il Palazzo dei principi di Monaco dove assistiamo anche al breve rituale del cambio della guardia che avviene ad ogni ora.

Terminato il giro lasciamo il principato e ci dirigiamo a Mentone per il pernottamento.

[26/04/2016]

Dedichiamo mezza giornata per questa città perchè oggi è giorno di rientro.
La splendida giornata e le strade interne praticamente prive di turisti (è martedì) un rilassante giro nella parte storica della città.

Finita l’avventura! Si torna a casa fermandoci però ad Imperia per pranzo al ristorante scoperto all’andata !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *